Ultimo Aggiornamento:
22 febbraio 2020
Iscriviti al nostro Feed RSS

Mentepolitica esce regolarmente ogni mercoledì e sabato.

ULTIMO NUMERO: Anno 7 uscita 15 del 22.02.2020

La strada senza uscita

Le fibrillazioni nella maggioranza, culminate con l’intervento di Renzi a “Porta a Porta” (con tanto di rilancio della Grande riforma costituzionale, in un Parlamento balcanizzato dove è già difficile trovare un’intesa sulle semplici leggi ordinarie) sono ancora oggetto di sorpresa e di dibattito, come se il quadro non fosse noto già dal momento dell'insediamento dell'Esecutivo, esattamente come avvenne con la coalizione gialloverde, anch'essa affetta fin dall'inizio da ciò che l'avrebbe portata alla dissoluzione. Per funzionare, una maggioranza deve essere coesa e protesa a limare le differenze, anziché accentuarle: in sintesi, tutti i componenti debbono accettare la convivenza come il presupposto per realizzare politiche di interesse generale (o, almeno, quelle comuni ai partiti alleati). Il calcio, che dall'avvento di Berlusconi ("Forza Italia!") è diventato la metafora principale della politica nazionale, ci insegna che una squadra può essere composta da grandi campioni, ma che se ognuno gioca solo per mettersi in mostra, senza sacrificarsi per il gruppo, non solo non si vince nulla, ma si va incontro a grandi disastri. La bravura di chi entra a far parte di una coalizione sta dunque nel saper cogliere ciò che unisce, senza naturalmente annullare la propria personalità ma senza metterla al di sopra di tutto il resto. leggi tutto

Troppi personaggi in cerca di autore

Stefano Zan *

Sul proscenio della politica italiana si agitano troppi personaggi in cerca d’autore e si fatica ad intravedere un qualche copione che possa fungere da filo conduttore di una recita ormai sempre più confusa e incomprensibile. Ovviamente questo vale soprattutto per il fronte anti salviniano che oggi sostiene il governo, ma anche a destra non mancano i problemi.

Ad oggi i 5Stelle si trovano senza leadership, in caduta libera nei sondaggi, di fronte ad elezioni regionali che li vedranno ancora sconfitti, in contrapposizione con altre componenti di governo su alcuni temi per loro centrali in quanto espressione della loro identità alternativa o delle loro scelte precedenti, quando erano al governo con la Lega. Gli Stati generali previsti per marzo e di cui non si sa ancora nulla non saranno in alcun modo risolutivi perché tra i parlamentari e i pochi militanti ancora rimasti a livello locale le divisioni e le diversità di collocazione e posizionamento sono così radicate da rendere poco credibile un convinto esito unitario in un senso o nell’altro. E quindi o si arriverà ad un’unità di facciata destinata a durare poco o si certificherà una divisione che ridurrà ulteriormente il loro peso politico. Grillo non parla, e si leggi tutto

Uomini e idee

Francesco Provinciali *

A 30 anni dalla sua scomparsa (24 febbraio 1990) ripenso ad una frase del mio conterraneo Sandro Pertini, il ‘Presidente più amato dagli italiani’.

Non la ricordo nella sua letterale precisione ma ne colgo il senso, avendola personalmente da lui ascoltata e poi misurata con le alterne vicende della mia stessa vita.

Diceva più o meno questo: ‘che più degli uomini – che sbagliano, tradiscono e cadono volutamente nell’errore – sono importanti le idee’, perché si codificano nei valori che restano immutabili nel tempo e sono di monito e di esempio alle azioni umane fino a diventare motivo e senso dell’esistenza.

“Un uomo è tale quando vince il dolore senza tradire le proprie idee”.

E ai politici aveva rivolto questo richiamo: “L’insidia più grande per un uomo politico è quella di innamorarsi del potere”.

Dovremmo riscoprire e valorizzare oggi il senso esplicito di questa affermazione, in epoca di compromessi e trasformismi, dove il potere viene esercitato con disinvoltura e svincolato da interessi superiori, come l’amore per la Patria e il perseguimento del  bene comune.

Prevalgono i calcoli e gli algoritmi, le alchimie tattiche e le logiche spartitorie, i vassallaggi e la pratica dello spoil system leggi tutto